Calendario Eventi    Calendario Ws/Corsi ISP   Shoot Food   www.esta-usa-visto.it/              

Iscriviti solo ai servizi news ed eventi per rimanere
aggiornato sulle varie iniziative del settore fotografia


Inserisci la tua mail  
Indica la provincia     
Apri il tuo spazio free
User   
Password 

Dimenticato la password?
           

Testi » Mostre » Scheda Articolo

Nelle terre desolate
Autore: Fulvio Bortolozzo - Pubblicato il 10/06/12 - Categoria Mostre
Questo articolo non ha ancora ricevuto feedback.
Questa pagina è stata visitata 2895 volte

Share |

L'ex Manifattura Tabacchi è un complesso industriale che venne edificato nella seconda metà del Settecento, quindi è in assoluto il primo mai apparso a Torino. La sua lunga storia sopravvive oggi a stento anche per l'interesse, seppur squattrinato, che dimostrano l'Università e parte del mondo culturale locale. Su questa linea si muove il programma estivo curato da Lorena Tadorni e Karin Gavassa che prevede di occupare fino al 22 luglio alcuni degli spazi dismessi con due mostre e vari altri eventi.

Nella mostra fotografica "Terre gaste" (traducibile come "terra desolata")  vengono esposte alcune opere di cinque (Federico Botta, Fabrizio Esposito, Rosalia Filippetti, Gianni Fioccardi, Giulio Lapone) degli ormai numerosi autori che danno gambe a "Il futuro del mondo passa da qui", un notevole progetto di osservazione multimediale di lungo periodo di una delimitata, e fortemente degradata, area fluviale torinese. A mio avviso, gli spazi dilatati e corrosi dall'umidità non giovano affatto alle opere esposte. Forse perché non trovo seducente di per sé l'abbandono, e non coltivo l'estetica neoromantica della rovina postindustriale, ma sarebbe davvero preferibile che si trovassero una buona volta i fondi per dare dignità funzionale ai luoghi dove si espongono opere d'arte. Detto questo, vorrei segnalare in particolare il lavoro del giovane Federico Botta, qui presente con due lightbox auto-costruiti con sapienza e dedicati ai venditori dei mercatini dell'usato. La tecnica di ripresa, che costruisce un buio squarciato dalla luce di flash opportunamente disposti, e il senso della composizione mi richiamano alla mente i migliori esiti internazionali della docu-fiction contemporanea. Tra l'altro, Botta è stato anche osteggiato dal furto del rame dei cavi di collegamento elettrico operato nottetempo da qualche banda di specialisti del settore, probabilmente proveniente da mondi contigui a quelli osservati dai fotografi nei loro lavori. Una bizzarra legge del contrappasso che per fortuna non ha impedito l'inaugurazione, sia pur con un'illuminazione decisamente meno adeguata del dovuto.

In un ampio spazio collaterale, portato a buio completo, si apre la seconda mostra che consiste in una grande installazione video dell'artista Hasan Elahi facente parte di "The Orwell Project". Sia l'impostazione del progetto sia la vita artistica di Elahi sono di estremo interesse, ma l'installazione torinese non mi è apparsa particolarmente autonoma e seducente. Per poterne apprezzare il valore concettuale si rende quindi necessario leggere attentamente il foglio distribuito all'ingresso. Infine una nota di colore. Il rinfresco è stato proposto sotto forma di sacchetto di carta individuale contenente una ciotola di insalata, qualche coloratissimo assaggino di sushi, una lattina di birra e le inevitabili bacchette. Originale e piuttosto divertente. Se non altro si è così brillantemente evitata sul nascere l'immancabile sceneggiata degli assalti al buffet in stile "diseredato a digiuno da un mese", da parte dei soliti ben pasciuti borghesotti presenzialisti. 

.
Share |
CITIES INSIDE
rilanciamo volentieri una nuova iniziativa del nostro partner Isp; una call gratuita per progetti ch...
17 Graffi. Piazza Fontana 50°
Nel cinquantesimo anniversario di quella che fu una delle pagine più drammatiche della storia...
Cities 6
Cities 6 è in uscita a fine marzo 2020! oltre a poter ordinare copie del magazine sono dis...
URBAN 2020 Photo Awards
Al via URBAN 2020 Photo Awards! In giuria Alex Webb e Rebecca Norris Web Sono ufficialmente le is...
100 PAROLE X 100 FOTOGRAFI
100 PAROLE X 100 FOTOGRAFI MAPPE DI COMUNICAZIONE CONTEMPORANEA QUATTRO VOLUMI - UNA GRANDE MOST...
WS/Corsi in Evidenza Vedi tutti
18 Luglio 2020         a KIRGHIZISTAN   (Lecco)
workshop - viaggio fotografico con il fotografo Pensotti Stefano nel Pamir Reportage, paesaggio, str..[continua]

  Popular Tags  
obiettivo reporter manicomio obiettivi cultura architettura fotografia LEXAR identità emozioni fashion Inverno Sicilia presentazione nikon fiaf contrasto
Vuoi relazionarti con altri utenti?
Vai nello spazio Community.
I numeri di Photographers.it
13892 Utenti Registrati + 19448 Iscritti alla Newsletter
6866 News Inserite - 1841 Articoli Inseriti
2808 Progetti fotografici e Mostre Virtuali pubblicate