Calendario Eventi    Calendario Ws/Corsi ISP   Photofestival   www.esta-usa-visto.it/              

Iscriviti solo ai servizi news ed eventi per rimanere
aggiornato sulle varie iniziative del settore fotografia


Inserisci la tua mail  
Indica la provincia     
Apri il tuo spazio free
User   
Password 

Dimenticato la password?
           

Testi » Tecnica » Scheda Articolo

Appunti di viaggio di Peter Eastway: il cormorano imperiale
Autore: Image Consult srl - Pubblicato il 04/09/12 - Categoria Tecnica
Questo articolo non ha ancora ricevuto feedback.
Questa pagina è stata visitata 3422 volte

Share |



Isola di Bleaker, Falkland

Era una mattina triste e grigia sull’isola di Bleaker, una delle Isole Falkland. Per chi ama fotografare gli uccelli, però, le Falkland sono l’ambiente ideale, indipendentemente dalle condizioni atmosferiche e nonostante le sfide che gli spostamenti da un’isola all’altra comportano. Anche se è possibile raggiungere molte delle isole in aereo, la maggior parte delle persone le visitano durante le spedizioni in nave e io, viaggiando con Peregrine Adventures, non ho fatto eccezione.

Il posto in cui siamo sbarcati sull’isola di Bleaker è la dimora di due colonie di uccelli, il pinguino saltatore e il cormorano imperiale. Faceva freddo, con cielo coperto e molto vento. Ci sono stati anche un paio di rovesci di pioggia che hanno reso l’atmosfera molto particolare, creando però qualche difficoltà per la fotografia.



Come sempre su queste isole, le regole su quanto ci si può avvicinare agli uccelli sono molto restrittive, per cui il nostro gruppo ha dovuto distribuirsi lungo una linea di recinzione. Era difficile immaginare l’isola quando il tempo è migliore, ma immagino che sia molto pittoresca!

Alla fine della recinzione c’era una colonia di cormorani che da una striscia di terra proprio di fronte a noi si librava in volo, usandola un po’ come una pista di decollo. Da lì gli uccelli prendevano velocità e si gettavano nel vento e verso il mare. Era un’ambientazione perfetta per fotografare il cormorano imperiale ad ali spiegate, ma devo ammettere di avere scattato diverse centinaia di foto, delle quali solo un paio soddisfacenti.



Poi, naturalmente, le condizioni di luce erano insoddisfacenti che rendevano l’ambiente opaco e senza vita. Ho quindi pensato che con Capture One avrei potuto infondere alle foto un po’ di colore e di emozione!



Le prime regolazioni che ho fatto con Capture One sono state il ritaglio dell’immagine per collocare il cormorano al centro dell’inquadratura e non a sinistra come nello scatto originale. In realtà avrei preferito avere un po’ più di spazio a sinistra, ma questo si può realizzare facilmente con Photoshop. Ho anche regolato l’esposizione e il contrasto per creare la maggior quantità di dettaglio possibile, tenendo a mente che occorreva molta attenzione per non preservare il bianco e i toni scuri delle penne del cormorano.

In questo senso il cormorano imperiale è naturale e “onesto”. Quello che appare in foto è quello che ho visto. Nei prossimi passaggi potrei avere contro i puristi!



Il mio primo livello di regolazione locale scurisce il cielo con un pennello dal bordo morbido applicato appena sopra il cormorano.



Poi, ripetendo l’operazione con un secondo livello di regolazione locale, ho posizionato il pennello della regolazione locale un po’ più in alto. Trovo che due o più piccole regolazioni producano un risultato migliore rispetto a una sola regolazione più grossa.



In un passaggio successivo ho aggiunto il mio terzo livello di regolazione locale e aumentato la luminosità dell’occhio e delle penne intorno. In confronto ad altre fotografie del cormorano imperiale che ho visto, questi colori mi sembrano abbastanza realistici; non ho aggiunto saturazione al colore, ho solo aumentato il contrasto e l’esposizione in modo adeguato.



Il quarto livello di regolazione locale scurisce ancora un po’ il bordo superiore e quello destro per dare risalto l’occhio: alcuni apprezzeranno questa vignettatura, altri no. A me piace. E a questo punto mi sono fermato perché ho preferito non rischiare di inguaiarmi con ulteriori interventi. Tuttavia all’immagine mancava ancora qualcosa…

Completa la lettura qui

Gli articoli cui si fa riferimento sono una libera traduzione del tutorial Phase One pubblicato su The Image Quality Professor's Blog

Peter Eastway è un fotografo professionista ed editore di una rivista di fotografia con sede a Sydney, in Australia. Per vedere altre sue foto, visitate il suo sito petereastway.com. Peter offre anche un MasterClass sulla fotografia di paesaggio. Maggiori dettagli si trovano su betterphotography.com.

Share |
Silenzi Urbani
Call per 5 progetti che costituiranno la Rassegna fotografica Silenzi Urbani, adesioni ENTRO IL 1 FE...
X Vision Fujifilm Tour
Fujifilm mette a fuoco la fotografia con X-Vision Tour, il nuovo roadshow di cultura fotografica che...
Cities, Spazio Tadini, PhotoMilano,
Il nuovo club fotografico milanese PhotoMilano ospita a Spazio Tadini Casa Museo  una selezione...
Opening Castelnuovo Fotografia 2017
LANDSCAPE / PORTRAIT L’edizione di quest’anno si focalizza sull’esplorazione e la dimensione esis...
FUJIFILM collabora con Magnum Photos al progetto “HOME”
Mostre fotografiche di 15 “Magnum Photographers” in 7 città del mondo   ...
WS/Corsi in Evidenza Vedi tutti
10 Febbraio 2018         a Barbagia   (Nuoro)
Se quando pensate al Carnevale pensate a stelle filanti e mascherine, carri allegorici e divertiment..[continua]

  Popular Tags  
fotografia italiana eventi storytelling fotografo del mese video csfadams Bianconero master manfrotto vernissage matrimonio portraits postproduzione fotoritocco guerra
Vuoi relazionarti con altri utenti?
Vai nello spazio Community.
I numeri di Photographers.it
13490 Utenti Registrati + 10376 Iscritti alla Newsletter
6463 News Inserite - 1752 Articoli Inseriti
2762 Progetti fotografici e Mostre Virtuali pubblicate