Calendario Eventi    Calendario Ws/Corsi Shoot Food   ISP              

Iscriviti solo ai servizi news ed eventi per rimanere
aggiornato sulle varie iniziative del settore fotografia


Inserisci la tua mail  
Indica la provincia     
Apri il tuo spazio free
User   
Password 

Dimenticato la password?
           

Testi » Riflessioni » Scheda Articolo

L'esperienza, prima del verbo e pure del nome.
Autore: Fulvio Bortolozzo - Pubblicato il 22/12/14 - Categoria Riflessioni
Questo articolo non ha ancora ricevuto feedback.
Questa pagina è stata visitata 3896 volte

Share |
Il linguaggio verbale, poi divenuto scritto/verbale, è talmente antico da sembrare connaturato all'umanità stessa. Sembra persino all'origine della nostra diversità nel mondo animale. Nessun'altra specie sul pianeta ci pare possedere qualcosa di così articolato e complesso. "Io parlo dunque sono", potremmo persino dirci, parodiando Cartesio.

A mio modesto parere le cose non stanno così. Esiste un'umanità preverbale che non si è estinta con l'avvento del Verbo, sì perché per nostra disgrazia le religioni monoteiste portano il linguaggio scritto/verbale alla suprema esaltazione: quella religiosa.  Prima del verbo, e pure del nome, viene l'esperienza delle cose. Qualcosa che non è comprimibile, riducibile perfettamente in un linguaggio. L'esperienza è la fonte originale dell'umanità come specie. Un'attività individuale, o meglio che si rinnova in ogni individuo umano, e che produce, unita all'intelligenza della mente, cambiamenti, trasformazioni dei comportamenti.

L'umano per sua natura esperisce quindi e trae dall'esperienza gli elementi per trasformare le sue azioni, per cambiare l'atteggiamento di fronte alle cose. Nel mondo animale mi pare che quella umana sia la specie che più di ogni altra sa sfruttare l'esperienza per produrre cambiamenti individuali, nella stessa generazione, e anche molto complessi e rapidi.

Il contatto più diretto con l'esperienza è sensoriale. Vedere le cose è quindi già un'esperienza primaria. Una delle cinque forme primarie. Il fotografico, l'esperienza del fotografico, è per questo, prima di ogni altra considerazione linguistica o comunicativa, il gettare la sonda di un dispositivo tecnico dentro l'esperienza della visione umana. Un'attività diretta, muta, individuale che prima di ogni successivo effetto ha quello di interferire con la visione producendo immagini che portano a chi le prende una seconda possibilità d'esperienza: da quella sensoriale diretta del sistema occhio/mente nel momento della visione a quella ulteriore, mediata dal dispositivo, che risulta affine, ma sempre diversa. Il corto circuito tra le due forme di visione provoca esperienze nuove e con esse modificazioni del comportamento.

Tutto questo non ha bisogno di parole. Avviene direttamente nel cervello senza che ci sia necessità di un'organizzazione scritto/verbale. Solo in momenti successivi, e che possono anche non venire, si pone il problema della comunicazione a terzi. Quindi il problema del linguaggio, anche di quello scritto/verbale.

Ignorare questo livello di esperienza preverbale, considerare l'esperienza solo come qualcosa di coincidente con il linguaggio provoca un capovolgimento logico, a mio avviso, che porta a considerare il linguaggio l'unica sede possibile di esperienza. Ciò che non diventa linguaggio non esiste. Socialmente può anche essere così, ma fino a che le nascite degli umani porteranno a vite singole, con una nascita e una morte separate per ogni individuo, pur magari cronologicamente coincidenti, l'esperienza sarà individuale ed ogni individuo fa la sua, al di là che sia poi in grado o meno di trasmetterla ad altri con un sistema linguistico.
Share |
FASHION WEEK – FASHION TRIP preview
"FASHION WEEK – FASHION TRIP" prima presentazione!   In anteprima assoluta ...
TTA TRAVELGRAM COLORNO
"TRAVELGRAM BY CPL", the second exhibition of TTA World Pics, opens on September 2 at 18.0...
Ws Monika Bulaj - Milano 18-19 novembre
Workshop con Monika Bulaj:  La scrittura creativa e non-fiction del reale. Milano 18-19 novem...
PHOTOGRAPHY BOOKS & ZINES REVIEWS
Dal 15 al 19 novembre 2023 si svolgerà a Milano Bookcity,  #BCM23. Starring ...
CITIES BOOKS
Big News da ISP - Italian Street Photography, nostro sito partner: Il mondo di CITIES si arricchisce...
WS/Corsi in Evidenza Vedi tutti
21 Ottobre 2023         a Yerevan   (Firenze)
Terra vulcanica di vastità eccezionale, diversi ecosistemi che rendono il territorio un luogo unico ..[continua]
02 Novembre 2023         a Lucca   (Lucca)
Lucca Comics ISP Book production ..[continua]

  Popular Tags  
eventi multimedia solitudine carnevale sogno expò esposizioni leica design italia stampa fine art corso landscape reflex asta immagini
Vuoi relazionarti con altri utenti?
Vai nello spazio Community.
I numeri di Photographers.it
13984 Utenti Registrati + 49207 Iscritti alla Newsletter
7041 News Inserite - 1891 Articoli Inseriti
2816 Progetti fotografici e Mostre Virtuali pubblicate