Calendario Eventi    Calendario Ws/Corsi www.esta-usa-visto.it/   Shoot Food   ISP              

Iscriviti solo ai servizi news ed eventi per rimanere
aggiornato sulle varie iniziative del settore fotografia


Inserisci la tua mail  
Indica la provincia     
Apri il tuo spazio free
User   
Password 

Dimenticato la password?
           

Testi » Riflessioni » Scheda Articolo

L' Arte secondo me
Autore: theRaven - Pubblicato il 16/04/09 - Categoria Riflessioni
Questo articolo non ha ancora ricevuto feedback.
Questa pagina è stata visitata 2751 volte

Share |

Il problema nel trovare una definizione universale è che questa risulterà inevitabilmente ancorata a un momento storico preciso: con le sue mode, i suoi gusti, le sue implicazioni culturali-socio-politiche, senza tener conto di un'evoluzione, o meglio un movimento (c'è chi parla di evoluzione, ancorandosi soprattutto alla tecnica di cui l'arte si serve, chi invece addirittura parla di imbarbarimento: considerando l'arte che precede sempre migliore di quella che segue, chi infine parla di corsi e ricorsi storici di vichiana memoria) di canoni estetici che cambiano con il passare del tempo.

Ovviamente si potrebbe decidere di rinunciare a una definizione che accontenti tutti, studiare semplicemente le ricadute e gli effetti sugli individui e la società di quella che nel sentire più comune del momento viene definita "arte" e da lì, con un percorso inverso, cercare di giungere alla definizione universale.

Io invece proverò a dare comunque una definizione, motivandola:

l'Arte è comunicazione , è comunicazione di dati "non sensibili" .

L'arte è il tentativo (riuscito) dell'artista di sentirsi meno solo, di mettere in comunione la sua anima, è il tentativo di comunicare sentimenti, sensazioni, stati d'animo.
è il tentativo di comunicare con dei mezzi sensibili dei dati non misurabili, di rendere visibile ciò che è invisibile.

Quando parlo di dati sensibili intendo dati misurabili, quantificabili, riportabili in cifre, equazioni e strane formule matematiche.

Ma forse riuscirò a spiegarmi meglio con un esempio.

Sera, tramonto, esterno: lungomare di Genova, più precisamente il tratto che congiunge i bagni Sette Nasi al monumento dei Mille.

Ovviamente dovrei dirvi anche il giorno e l'ora precisa, voi siete lì che percorrete quel tratto di strada, il compito è semplice: descrivetelo, rendeteci partecipi di questa vostra esperienza.

Se foste degli scienziati, dei fisici e biologi: avreste le idee molto chiare su come farlo, se ne siete capaci dovreste limitarvi (si fa per dire :)) a riportare una serie di numeri:
la distanza percorsa, il numero di curve e rettilinei, con relativi gradi di curvatura, temperatura dell'aria, velocità di percorrenza, magari con un bel grafico che tenga conto delle accelerazioni e i rallentamenti, descrizione del paesaggio che vi circonda, analisi dei suoni , analisi chimica delle sostanze presenti nell'aria con studio dei venti e delle correnti d'aria e il vostro moto relativo per studiare l'incidenza degli odori sul vostro apparato olfattivo ... ovviamente la lista dei dati, dei numeri da aggiungere sarebbe ancora lunga e dovrebbe includere luci, temperatura, etc. ma alla fine disponendo dei mezzi opportuni chiunque sarebbe in grado anche a distanza di anni di ricreare esattamente quella situazione particolare e volendo... "riviverla"?

Riviverla: questo è il punto cruciale, cosa si chiede a un'artista, non di snocciolarci una serie di dati e cifre per ricreare una situazione un paesaggio... ma di descriverci e possibilmente (se è bravo dovrebbe riuscirci) di farci rivivere le sensazioni, lo stato d'animo di quel preciso istante, non voglio trovarmi semplicemente dove si è trovato lui ma foglio sentire quello che sentiva lui, provare a immedesimarmi in lui, voglio per un attimo essere lui.

Qualunque forma d'arte scegliamo, la cosa interessante sarà vedere la rappresentazione che quel singolo artista darà di quei chilometri di strada, l'arte, la vera arte non dovrebbe mai essere imitazione (anche se nella fase di apprendimento spesso è l'unico modo per accostarsi ad essa), si può studiare la tecnica, copiare lo stile, ma poi ogni artista alla fine dovrebbe riuscire a confrontarsi con le proprie sensazioni, i propri sentimenti e proiettarli sul pubblico che lo guarda. Semplicemente
comunicare quello che ha dentro, non necessariamente deve essere bello o edificante, non necessariamente deve essere in grado di dargli un nome, si qualche volta saremo in grado di riconoscere amore, odio, paura, rabbia... ma molto spesso e secondo me sono le opere più interessanti, non saremo in grado di identificarlo.

Tornando al nostro lungomare, se non ci troveremo di fronte a artisti senza idee e senza talento saremo sorpresi dalla varietà delle opere che ci ritroveremo a ammirare, ovviamente potranno avere molti tratti in comune, ma quello che ci stupirà di più, invece, sarà scoprire quanto differenti saranno fra loro, anche se teoricamente dovrebbero descrivere lo stesso soggetto.
Share |
FAUTOGRAPHIE
"FAUTOGRAPHIE", il primo libro di Michele Di Donato (www.micheledidonato.net) L’i...
Street life Milano di Diego Bardone
Street life Milano è un bel libro di Diego Bardone uscito pochi mesi fa, edito da Edizioni de...
Visioni Urbane di Giorgio Galimberti
una grande mostra di Giorgio Galimberti approda a Napoli. Andrea Nuovo Home Gallery,  in via M...
Cities, speciale Back to the Past
C’è oggi un gradito ritorno alla Fotografia Analogica, intesa come riscoperta della fil...
WS/Corsi in Evidenza Vedi tutti
02 Marzo 2019         a Trieste   (Trieste)
Orario: dalle 9.00 alle 18.00 Modalità: Teoria e Pratica Costo 230 € Costo in prevendita fino ..[continua]
09 Marzo 2019         a Sesto Fiorentino   (Firenze)
Workshop di Wedding Photography con Roberto Panciatici...[continua]
23 Marzo 2019         a Milano   (Milano)
Con Enzo Dal Verme e Tommaso Basilio. Due giorni concentrati su come gestire rapidamente ed efficace..[continua]
18 Aprile 2019         a ERITREA   (Lecco)
workshop fotografico dedicato alla fotografia di reportage I partecipanti lavoreranno a ideazione, s..[continua]

  Popular Tags  
reportage poesia Estate confini fotografia analogica Sicilia obiettivo reporter World Press Photo photofestival milano identità fotoleggendo terra GRIN film photographers
Vuoi relazionarti con altri utenti?
Vai nello spazio Community.
I numeri di Photographers.it
13767 Utenti Registrati + 12737 Iscritti alla Newsletter
6723 News Inserite - 1800 Articoli Inseriti
2804 Progetti fotografici e Mostre Virtuali pubblicate