Calendario Eventi    Calendario Ws/Corsi Shoot Food   www.esta-usa-visto.it/   ISP              

Iscriviti solo ai servizi news ed eventi per rimanere
aggiornato sulle varie iniziative del settore fotografia


Inserisci la tua mail  
Indica la provincia     
Apri il tuo spazio free
User   
Password 

Dimenticato la password?
           

Testi » Riflessioni » Scheda Articolo

Noblesse oblige
Autore: Fulvio Bortolozzo - Pubblicato il 05/06/15 - Categoria Riflessioni
Questo articolo non ha ancora ricevuto feedback.
Questa pagina è stata visitata 1607 volte

Share |
Se c'è un'esigenza profondamente umana è quella di esibire un'identità. Non importa quale purché sia la migliore possibile, quella più raggiungibile e mantenibile nel tempo senza che si possa facilmente svelarne la finzione. Perché ogni identità, per sua natura, è una finzione. Nel gioco di ruolo sociale dei rapporti umani, l'identità è una precondizione irrinunciabile.

Così, vestirsi in un certo modo, atteggiarsi in un tal altro, adornare con certi oggetti il corpo, muoversi in una particolare maniera, sono tutte espressioni, persino involontarie, di identità. Danno l'innesco alla relazione con il prossimo e nutrono il pregiudizio, cioè quella opinione che sta all'inizio di un percorso di conoscenza o del suo rifiuto.

Sarà forse per questi motivi più universali che anche nel piccolo mondo fotografico assume un'importanza identitaria rilevante la strumentazione adoperata. Basta frequentare circoli, social network, gruppi, per rendersi conto che sul pianeta Daguerre esistono tante tribù, non ancora scoperte e studiate dagli etnologi.

Il feticcio identitario che riunisce gli adepti è la macchina, o meglio l'adorazione del suo marchio. Così abbiamo nikonisti implacabili, canonisti bilanciati, pentaxiani residuali e via così, forse con le sole eccezioni di marchi minori. Non conoscono cosiniani, difatti la Còsina si è rassegnata e si è comperata i diritti su un marchio venerabile, Voigtländer, per recuperare dei fedeli.

Ma qui siamo nel parterre. Ai piani nobili abitano i fortunati adoratori della Leica (rigorosamente quella a telemetro), i fanatici Hasselblad, gente tetragona quest'ultima. Poi ci sono tribù giovanili di tendenza, modaiole e finto poveriste come i lomografi, che amano una copia sovietica malfatta della Minox 35, o gli holganiani, che si sentono artisti usando una schifezza di fotocamera cinese che le generazioni dei loro padri deridevano.

In ultimo, ma non per ultimo, ora imperano gli ultraconnessi della iPhoneography. Usano l'iPhone, ci fanno fotografie che volentieri maltrattano, pardon "postproducono", con le app e che poi diffondono, quasi sempre subito, sui social, Instagram su tutti. Il vezzo di questi ultimi è di dichiarare la numerazione di iPhone adoperata. Se oggi usi la 6 sei Up, se usi la 5 sei Out. Ovviamente chi usa Samsung, Nokia (RIP) o, peggio, Huaewi, sta ben zittino.

In tutto questo agitarsi tribale vedo tanta antropologia possibile, molta meno fotografia praticabile. Non ricordo difatti alcun fotografo che sia stato riconosciuto nel tempo per la qualità del suo lavoro che abbia messo davanti a se stesso un marchio. Leica a parte, of course, ma, si sa, Noblesse oblige.
Share |
FotoLeggendo inaugura il 16 giugno allo Spazio Factory Museo Macro a Roma
FotoLeggendo apre le porte al pubblico da venerdì 16 giugno alle 18 negli spazi del Macro Tes...
X Vision Fujifilm Tour
Fujifilm mette a fuoco la fotografia con X-Vision Tour, il nuovo roadshow di cultura fotografica che...
CALL FOR ARTISTS MARTELIVE 2017 ARTI VISIVE Open call per giovani pittori, fotografi, street artist,
Per la finale nazionale del contest MArteLive che si svolgerà in un’unica ed esclusiva location a R...
SOULS di Francesco Bellesia
In occasione della Milano Photo Week e all’interno della manifestazione Milano PHOTOFESTIVAL, ...
SOS salvataggio in Fototeca
Siamo Elena e Patrizia Piccini, attuali conservatrici di Fototeca Gilardi, uno dei pochi archivi...
WS/Corsi in Evidenza Vedi tutti
30 Giugno 2017         a Torino   (Torino)
Efrem Raimondi, Marino Ravani, Anna Contestabile/Patrizia Gregnanin ..[continua]
06 Luglio 2017         a Provenza   (Agrigento)
La Provenza, con i suoi splendidi ed infiniti campi di lavanda, i suoi pittoreschi borghi, i colorat..[continua]
20 Luglio 2017         a Mugello   (Firenze)
3 giorni di full immersion fotografica tra i monti dell'Appennino tra Firenze e Bologna, tra i bosch..[continua]
06 Ottobre 2017         a Massarosa   (Lucca)
Ritorna il popolare workshop di ritratto condotto da Enzo Dal Verme. Un fine settimana intenso e di..[continua]

  Popular Tags  
Flash fiori pubblicazione Trieste arti visive conferenza multiblitz onnik.it Nital autori Photo corsi fotografia csfadams biennale tempo formazione
Vuoi relazionarti con altri utenti?
Vai nello spazio Community.
I numeri di Photographers.it
13444 Utenti Registrati + 9575 Iscritti alla Newsletter
6389 News Inserite - 1735 Articoli Inseriti
2753 Progetti fotografici e Mostre Virtuali pubblicate