Calendario Eventi    Calendario Ws/Corsi ISP   Shoot Food   www.esta-usa-visto.it/              

Iscriviti solo ai servizi news ed eventi per rimanere
aggiornato sulle varie iniziative del settore fotografia


Inserisci la tua mail  
Indica la provincia     
Apri il tuo spazio free
User   
Password 

Dimenticato la password?
           

Testi » Fotografia & Dintorni » Scheda Articolo

Fashion BLOG My White Box by Manuela Mezzetti Fashion Stylist www.mywhitebox.it
Autore: MANUELA MEZZETTI Fashion Stylist - Pubblicato il 23/11/15 - Categoria Fotografia & Dintorni
Questo articolo non ha ancora ricevuto feedback.
Questa pagina è stata visitata 32181 volte

Share |
.   MY WHITE BOX www.mywhitebox.it BLOG . La moda raccontata dai protagonisti del Fashion System : i backstage delle sfilate più importanti delle campagne pubblicitarie più prestigiose, le interviste dei professionisti : Designers - Stylists - Fotografi - Modelle - MakeUpArtist - Art Director i personaggi del Fashion System , i Brands più trendy , i segreti e le curiosità del dietro le quinte , i consigli di stile degli esperti , editoriali e servizi fotografici , modelling , Styling , tutto questo è molto altro , segui MY WHITE BOX www.mywhitebox.it Intervista alla stilista Giovanna GUGLIELMI La stilista Giovanna Guglielmi racchiude sotto al marchio ASTRA diverse linee: Born to be wild, Tadashi, Working over time, Inutile, 10 46. Le innumerevoli ispirazioni ed immaginari da cui attinge per l’ideazione di ogni sua sfilata sono sempre affascinanti: le creazioni nascono dal cuore e dai sentimenti, dall’immaginazione e da tanto amore per questo lavoro. La designer sottolinea quanto le passerelle siano diventate stereotipate e per questo motivo si deve ricercare un’atmosfera intrigante ed un’empatia con il pubblico. Crea degli show che coinvolgono gli spettatori nella cornice dello Studio 40: uno  spazio che diventa meta-teatrale. Anche gli inviti per i defilè, rigorosamente fatti a mano, rappresentano un gioco inaspettato tutto da scoprire, per creare l’atmosfera da evento imperdibile. È una persona estremamente creativa e ha delle grandi doti organizzative: un vulcano di idee ed energie. Giovanna Guglielmi dichiara che oggi più che mai si vuole vedere “il bello” e si deve sempre inebriare e conquistare il cliente creando un evento originale, che lasci il segno. In questo lavoro ci deve essere un cambiamento stimolante e continuo, da attuare attraverso trasformazioni che colpiscano. Bisogna mantenere il proprio quid speciale per emergere tra le immense proposte.     Da dove originano le sue creazioni? Il punto di ispirazione è sempre un tessuto. Quando incomincio a toccare ed osservare una  stoffa immagino quali forme potrà assumere e da lì viene fuori tutto da sè. Disegnare non serve per me, sono più diretta. La parte più difficile della realizzazione di una collezione consiste nel costruire il capo e amo farlo direttamente con l’aiuto della modellista di fiducia. Il laboratorio è il mio rifugio: qui le idee prendono forma con l’aiuto delle mie sei assistenti. Tutto è direttamente pratico e gestuale, artigianale: ecco perché il nostro prodotto piace. Noto che i suoi capi sono spesso il risultato di una reinterpretazione, darne una diversa lettura la soddisfa? Riutilizzo sempre qualcosa: ad esempio abbiamo trasformato delle coperte militari svizzere in giacconi oppure da un pantalone si può creare una giacca. Non si butta mai via niente: tutto riacquista una nuova vita. Attraverso la destrutturazione di altri capi preesistenti si fondono nuovi stili, infatti prediligo la trasformazione, anche se è più difficile che creare ex novo. Realizziamo pochi campioni unici e sono super venduti, forse perché hanno un’aria più vissuta, un’anima plasmata due volte, che rivive e subisce una sorta di metamorfosi. Questa è la cosa che mi dà più soddisfazione perché non ne esiste mai uno uguale ad un altro e quando un abito si reinventa ha due personalità, un po’ come Giovanna, segno zodiacale gemelli. Dentro di me ci sono due ragazze, una che dorme e una che sta sveglia, una subentra all’altra in una continua ciclicità. Forse è per questo che sono instancabile. La parte più pazza dentro di me è quella che arreda i negozi, un’ottima cuoca che mette a tavola anche 50 persone nel giro di un’ora. La mia duplicità si rispecchia anche nella creazione del campionario,  caratterizzato da un ampio ventaglio di possibilità. Lavoro per riempire i negozi dei miei clienti e per accontentarli su più livelli, creando stili diversi ma sempre coerenti con la mia filosofia. Parliamo della collaborazione tra te e Manuela Mezzetti , come vi siete conosciute? Alcuni anni fa Manuela ha gestito la regia e l’organizzazione di alcune mie sfilate. In particolare ricordo la sfilata in cui abbiamo ricreato all’interno del mio spazio una vera e propria vucciria siciliana. L'intervista continua con un piacevole dialogo tra le due protagoniste. Manuela: Cosa ti ha spinta a contattarmi per indossare i tuoi capi ? Non avrei mai pensato di vedermi di nuovo dall’altra parte dell’obiettivo. Giovanna: Ho deciso di renderti testimonial   del mio brand perché avevo visto una tua foto pubblicata su Facebook  e ho notato quanta energia positiva emanavi in quell'immagine. Esprimevi un sentimento e una gioia tali che ho capito che potevi essere la persona giusta per interpretare al meglio me stessa all'interno delle mie creazioni. Per me è fondamentale mostrare l’interiorità di una donna veicolandola attraverso il suo stile. Il look delle mie collezioni è davvero particolare e può essere indossato sia da una ragazza che da una signora: uno stile trasversale e intramontabile! Credo che sia essenziale conservare sempre un abito nell’armadio che si possa riscoprire anche dopo anni. Manuela: Nello scegliermi come testimonial non hai dubitato che una ragazza non riuscisse a immaginarsi calata  nel tuo prodotto, vedendolo indossato da  una donna ? Giovanna: I giovani hanno tendenzialmente l'istinto di vestirsi in maniera simile tra loro ma la mia cliente non è quel tipo di ragazza. Io creo per una donna dalla forte personalità, che  ama staccarsi dalla massa valorizzando le proprie particolarità. Su di te il capo ha dimostrato che può essere indossato da donne di ogni età perché a mio parere in quelle foto emerge solo la tua indole. Cercavo un’immagine che esprimesse qualcosa di significativo e in te l'ho trovata! Sei il tipo di  donna che vorrei vestire. Mi piace il tuo portamento, il modo di camminare, di vestire e di essere. L’ho sempre pensato, fin dalla nostra prima collaborazione nel 2006.   Manuela: Se tu me lo avessi chiesto a quel tempo probabilmente non avrei accettato. Ora hai percepito una ritrovata disponibilità che prima non ci sarebbe stata, perché avevo chiuso da tempo col farmi fotografare. Alla fine della mia carriera di modella avevo riposto tutte le mie fotografie per far spazio ad altro; sentivo la necessità di far emergere un’altra Manuela perché stavo entrando in una nuova fase della mia vita in cui volevo dimostrare altre capacità. Pensavo di aver chiuso completamente con quel vissuto pur considerandolo una parte importante della mia vita professionale. La tua richiesta è stata inaspettata: mi ha sorpreso e al tempo stesso divertito l'idea di tornare a posare dopo tanti anni, nei panni di una nuova donna, con una minor freschezza ma con una maggior consapevolezza del senso dell'immagine e delle necessità pubblicitarie, visto il mio percorso di tanti anni di styling e art direction. Ho ritrovato la voglia di apparire in prima persona, anche perché mi sto sempre più rendendo conto che i nuovi strumenti di comunicazione  ti chiedono di raccontarti e di "metterci  la faccia" per mostrare chi sei realmente. Probabilmente sono stati i social a darmi questo input. Fino a non molto tempo fa, nei backstage delle mie sfilate e servizi fotografici, chiedevo sempre ai videomaker e fotografi di concentrarsi solo sulle modelle e sul prodotto e di non riprendere me al lavoro. Ora sono molto più disponibile a farmi fotografare sui set perché ne capisco il valore e l'importanza comunicativa .  Giovanna:  Abbiamo tanti cassettini nella nostra mente, che non si chiudono mai a chiave e sono pronti ad essere riaperti al momento giusto con nuove prospettive. Il mondo cambia e con lui cambiano le nostre visioni. É un reinventarsi, una continua evoluzione e metamorfosi necessaria per crescere e restare al passi coi tempi. La mentalità va ciclicamente rivista. In questa fase della tua vita ti stai completando, é come se  si chiudesse il cerchio. Nel corso del tempo i nostri tasselli interiori vanno a chiudersi in un incastro esemplare e unico, un po' come  certi miei capi,  " i pezzi unici " di cui si parlava prima, che sono il frutto di una rilettura e hanno la possibilità di rinascere e di vivere più volte, adattandosi anch'essi alle richieste del mercato. MANUELA MEZZETTI FASHION STYLIST chi è : Da sempre appassionata al mondo della moda, inizia la sua carriera lavorando come modella per importanti aziende di moda, famosi fotografi e stilisti. Eclettica e innovatrice, riesce a creare un perfetto equilibrio tra dettagli retrò e moda d’avanguardia. La possibilità di disporre di importanti e prestigiose collezioni unita alla sua visionaria concezione del mondo della moda, le consente di realizzare uno styling ricercato e sempre d’effetto, non solo veicolo d’immagine ma anche espressione di arte, storie e di personaggi. Collabora da anni con affermati fotografi di moda coi quali crea ricerche fotografiche, servizi pubblicitari e redazionali per Fashion Magazine nazionali ed internazionali. Fashion stylist, art director e docente in FASHION STYLING. STYLIST di fama internazionale, blogger , art director , docente accademia di moda , titolare FREELANCE FASHION Agency
Share |
Trieste Photo Days anticipazioni
Si preannuncia ricca di contenuti l’edizione 2019 di Trieste Photo Days, festival internaziona...
gli autori di Back to the Past
Sono stati selezionati i venti autori che saranno presenti nel volume speciale dedicato alla Fotogra...
Bookolica. Il festival dei lettori creativi
Dopo l’esordio della prima edizione, Bookolica, il festival dei lettori creativi torna nella cornice...
Va Tutto bene Mostra Fotografica di Andrea Simeone
A 20 mm da te, Rohingya, Not to be forgotten, This is my home, The Path, Sleeping After Ebola, sono ...
progetto scarfes
Aiutami con 15€ a finanziare la stampa di una fanzine con il mio reportage sull'autolesioni...
WS/Corsi in Evidenza Vedi tutti
21 Agosto 2019         a Roma   (Roma)
SECONDA EDIZIONE per "VACANZE ROMANE"!!! Terminati i posti per i giorni a cavallo ..[continua]
08 Settembre 2019         a VIETNAM   (Lecco)
Viaggio fotografico & workshop fotografia di reportage I partecipanti lavoreranno a ideazione, s..[continua]
16 Novembre 2019         a Trieste   (Trieste)
Per le iscrizioni al workshop della giornata di due giorni compresa sessione in studio compilare il..[continua]

  Popular Tags  
Color art ten collection esposizione photographer stampa multimedia glamour fotoritocco solitudine Festival strada food berlino scuola di fotografia giornalismo
Vuoi relazionarti con altri utenti?
Vai nello spazio Community.
I numeri di Photographers.it
13813 Utenti Registrati + 13942 Iscritti alla Newsletter
6775 News Inserite - 1821 Articoli Inseriti
2807 Progetti fotografici e Mostre Virtuali pubblicate