Calendario Eventi    Calendario Ws/Corsi Shoot Food   ISP              

Iscriviti solo ai servizi news ed eventi per rimanere
aggiornato sulle varie iniziative del settore fotografia


Inserisci la tua mail  
Indica la provincia     
Apri il tuo spazio free
User   
Password 

Dimenticato la password?
           

Testi » Recensioni libri » Scheda Articolo

Scaffale Libri 13
Autore: HF Distribuzione - Pubblicato il 28/04/10 - Categoria Recensioni libri
Questo articolo non ha ancora ricevuto feedback.
Questa pagina è stata visitata 4267 volte

Share |


La libreria - Lo scaffale di Maggio 2010


Le mani negli archivi

Con questo titolo -  che può sembrare allarmante ma vuole essere invece semplicemente descrittivo -  introduciamo quello che possiamo definire il primo volume "ex archivio" di Cartier Bresson. I libri pubblicati quando il fotografo è in vita, infatti , anche se spesso hanno una figura di curatore che segue progetto e realizzazione, sono in un certo senso sempre opere "di" o per lo meno nati sotto la supervisione dell'autore. Il curatore sa che l'autore vedrà il libro da lui prodotto e quindi o entra in contatto diretto con l'artista durante l'elaborazione del progetto,  o comunque lavora sapendo che potrà sempre essere valutato dall'artista per il libro da lui curato.  Ma dopo la scomparsa di un artista, per i libri inizia una nuova fase, quella delle "mani negli archivi", in cui i curatori e i libri da loro prodotti presentano sempre e ogni volta nuove interpretazioni personali di un'opera esistente. Si tratta certamente una fase molto interessante per  lettori, studiosi e appassionati, che hanno in questo modo la possibilità di scoprire oltre a nuove immagini - che emergono a mano a mano dal lavoro di ricerca e sistemazione degli archivi -  anche nuove interpretazioni dell'opera del fotografo. Nel caso di Cartier Bresson, dopo la indispensabile monografia Di chi si tratta?, che possiamo far risalire ancora alle grandi monografie ufficiali di sistemazione del lavoro  (prima di aprire gli archivi), questo nuovo volume Henri Cartier Bresson: Il secolo del moderno è forse il primo ad avere il carattere del libro in cui si presenta un Cartier Bresson secondo la visione del curatore (in questo caso Peter Galassi, per molti anni curatore del settore fotografia al Museum of Modern Art di New York). Si apre quindi con questo volume la  stagione delle "mani nell'archivio" di Cartier Bresson. Lasciamo dunque spazio alla presentazione ufficiale del libro dove è ben sottolineata la caratteristica di nuova interpretazione di un'opera classica. "Il Secolo Moderno esplora ampiamente la collezione e gli archivi della Fondation Henri Cartier-Bresson di Parigi. Gran parte delle sue 300 magnifiche tavole riproducono immagini rese famose da Images à la sauvette e da altri libri, ma molte altre sono poco conosciute anche dagli esperti. Un saggio approfondito di Peter Galassi offre una nuova interpretazione della visione panoramica della fotografia di Cartier-Bresson, dalle sue innovazioni surrealiste dei primi anni Trenta, fino alla sua carriera di fotogiornalista professionista dopo la Seconda guerra mondiale. Un itinerario dettagliato, corredato da sbalorditive cartine degli incessanti e frenetici viaggi del fotografo, assieme a una cronologia illustrata dei suoi reportage per le riviste, rivoluzionerà lo studio e l’apprezzamento di uno dei grandi lasciti della fotografia."


Archivi 2

Passiamo a una seconda opera che nasce da pazienti ricerche di archivio. Ci spostiamo in Italia nell'opera di un grande viaggiatore, studioso e fotografo: Fosco Maraini. In questo nuovo volume viene presentato il progetto "Nostro Sud", uno dei pochissimi lasciati incompiuti nel corso della lunga attività professionale dell'autore. Anche qui lasciamo la parola all'Editore: "Il progetto rappresenta un episodio di grande importanza nella storia personale di Fosco Maraini. Nonostante egli stesso abbia avuto sempre molte reticenze a parlare nel dettaglio della genesi, degli sviluppi e delle sorti di questa impresa, la parte del suo archivio fotografico dedicata al Meridione italiano porta ancora oggi i segni di un costante lavorio: una stratificazione di ordinamenti e raggruppamenti successivi, e di reiterate selezioni tra prime, seconde e terze scelte, che sono la testimonianza di un’esigenza mai sopita, e ribadita a più riprese nei suoi ultimi anni di vita, di dare una forma definitiva e soddisfacente a questo ricchissimo materiale fotografico.
L’idea di raccontare per immagini il Meridione d’Italia dell’immediato dopoguerra, ancora radicalmente contadino ma nel quale già si intravedevano i primi segni di profondi cambiamenti, viene ripresa e portata a compimento da questo volume, che presenta una selezione delle immagini più significative realizzate da Fosco Maraini durante il suo straordinario tour fotografico attraverso il “nostro Sud” e i suoi luoghi più affascinanti."


Share |
Journey to the Lowlands vince l’URBAN Book Award 2020
La fotografa modenese Valeria Sacchetti con il progetto Journey to the Lowlands è la vincitri...
Cities 6
Cities 6 è in uscita a fine marzo 2020! oltre a poter ordinare copie del magazine sono dis...
Corigliano Calabro Fotografia Book Award
Nell’ambito del Festival Corigliano Calabro Fotografia 2020, fissato in via definitiva da...
17 Graffi. Piazza Fontana 50°
Nel cinquantesimo anniversario di quella che fu una delle pagine più drammatiche della storia...
News dai Festival
riteniamo utile per chi si interessa di Fotografia un memo sui riposizionamenti in corso dei princip...
WS/Corsi in Evidenza Vedi tutti
Non ci sono Eventi per questa categoria.

  Popular Tags  
neve museo cina ricerca genova premi foto micamera corsi fotografia arte bari microstock fotografo premio libri
Vuoi relazionarti con altri utenti?
Vai nello spazio Community.
I numeri di Photographers.it
13894 Utenti Registrati + 25033 Iscritti alla Newsletter
6887 News Inserite - 1841 Articoli Inseriti
2810 Progetti fotografici e Mostre Virtuali pubblicate