Calendario Eventi    Calendario Ws/Corsi ISP   Shoot Food   www.esta-usa-visto.it/              

Iscriviti solo ai servizi news ed eventi per rimanere
aggiornato sulle varie iniziative del settore fotografia


Inserisci la tua mail  
Indica la provincia     
Apri il tuo spazio free
User   
Password 

Dimenticato la password?
           

Testi » Mostre » Scheda Articolo

Antonio Biasiucci presenta
Autore: Luca B Pagni - Pubblicato il 20/05/10 - Categoria Mostre
Questo articolo non ha ancora ricevuto feedback.
Questa pagina è stata visitata 2667 volte

Share |

Mostra fotografica "Molti"

Di Antonio Biasiucci.

A cura di: Marco Tagliafierro

Inaugurazione: giovedì 27 maggio ore 18.30

Periodo: 27/05/10 - 28/07/10

Museo MADRE di Napoli


La Galleria Nicoletta Rusconi è lieta di inaugurare al pubblico una personale di Antonio Biasiucci.

Il titolo della mostra prende spunto dall'opera "folti" (2009), un polittico costituito da settantadue fotografie in bianco e nero scattate al Museo di Antropologia di Napoli e raffiguranti calchi di volti dagli occhi chiusi; una composizione di differenti scatti che esprime l'interesse dell'artista per la categoria della moltitudine.

La mostra si apre infatti con un'altra serie, intitolata "Pani", sessanta fotografie ritraenti appunto questa tipologia di cibo, chiamato in causa come simbolo di vita.

I due lavori indagano concetti opposti rispetto a forme affini. Il volto umano, considerato anche nella sua struttura interna oltre che per la complessa simbologia di cui è significante, è chiamato in causa per riflettere sulla morte in contrapposizione alla vita. Per esempio, la calotta cranica, indagata nel suo essere sferica, viene ritrovata nelle forme circolari dei pani ritratti ma è anche ben visibile nei volti di "Molti".

"Molti" (2009), originariamente pensato come installazione a pavimento di settantadue foto contenute in altrettante bacinelle di ferro, è stato prodotto dal Museo A1ADRF` di Napoli per la mostra "Barock", curata da Edoardo Cicelvn e Mario Codognato. Il Museo ha poi acquisito l'opera di Biasiucci per la sua collezione ed ora approda a filano, per questa nuova occasione espositiva, nell'inedita versione di polittico a parete.

Come si legge nel catalogo della mostra "Barock", a proposito di "Molti": "Attraverso questi limpidi diaframmi emergono dal buio dettagli, frammenti d'identità senza nome, apparentemente simili eppure diversi gli uni dagli altri. Silenziosi custodi di storie oscure che qui trovano riscatto da un oblio nero quanto il fondo da cui ora affiorano con la forza di un chiaroscuro caravaggesco".

Per quanto riguarda "Pani" (2007-2009), sessanta fotografie che hanno come soggetto primario appunto il pane, visto come una sorta di placenta che per definizione significa ciò che viene prima della nascita. Forme in divenire nelle quali l'artista intravede l'origine delle cose o i volti in via di definizione.

«Quella che cerco di promuovere - spiega Biasiucci in un'intervista pubblicata da "Il Mattino" di Napoli il 17 settembre 2009 - è una fotografia antropologica finalizzata a descrivere la storia degli uomini: una fotografia che cerca di andare al di là di un contesto, di un luogo, per isolare dei soggetti essenziali.»


Antonio Biasiucci,
nasce a Dragoni (Caserta) nel 1961.

I suoi primi interessi vanno alla fotografia antropologica e al mondo contadino campano, al quale dedica numerose ricerche. Si trasferisce a Napoli nel 1980 dove comincia un lavoro sugli spazi delle periferie urbane. Nel 1984 inizia a collaborare con l’Osservatorio Vesuviano, svolgendo un ampio lavoro di documentazione sui vulcani attivi in Italia.

Nel 1987 conosce Antonio Neiwiller, attore e regista di teatro: con lui nasce un rapporto di collaborazione che durerà fino al 1993, anno della sua scomparsa. Nel 1992 vince ad Arles il premio “European Kodak Panorama”.

Fin dagli inizi della sua attività, lavora a una ricerca che si radica nei temi della cultura del sud e dell’Italia e si trasforma, in anni recenti, in un viaggio dentro gli elementi primari dell’esistenza e della memoria personale.

Molte sue opere fanno parte della collezione permanente di musei e istituzioni tra cui: MAXXI di Roma, Centre Méditerranéen de la Photographie, Bibliothèque Nationale di Parigi, Departamento de documentaciòn de la cultura audiovisual di Puebla, in Messico, Centre de la Phothographie di Ginevra, Château d’Eau di Tolosa, Maison Européenne de la Photographie di Parigi, Fondazione Banca del Gottardo di Lugano, Musée de l’Elysée di Losanna, Galleria Civica di Modena, Fondazione Banco di Napoli, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo per l’Arte Contemporanea di Guarene (Cn) e Galerie Freihausgasse di Villach, Austria, Calcografia di Stato, Roma, PAN-Palazzo delle Arti di Napoli, Collezione Unicredit e Museo MADRE, Napoli.

Ha ottenuto importanti riconoscimenti: gli ultimi per il volume Res: Lo stato delle cose, pubblicato nel 2004. Ha inoltre vinto il Kraszna-Krausz Photography Book Awards, a Londra, nel marzo 2005 e il premio Bastianelli, a Roma, nell’aprile 2005.

Share |
Bookolica. Il festival dei lettori creativi
Dopo l’esordio della prima edizione, Bookolica, il festival dei lettori creativi torna nella cornice...
Trieste Photo Days anticipazioni
Si preannuncia ricca di contenuti l’edizione 2019 di Trieste Photo Days, festival internaziona...
progetto scarfes
Aiutami con 15€ a finanziare la stampa di una fanzine con il mio reportage sull'autolesioni...
Wedding Time
Cities, speciale Wedding time, Matrimoni da favola Matrimoni, cerimonie: la Fotografia di genere ...
Va Tutto bene Mostra Fotografica di Andrea Simeone
A 20 mm da te, Rohingya, Not to be forgotten, This is my home, The Path, Sleeping After Ebola, sono ...
WS/Corsi in Evidenza Vedi tutti
21 Agosto 2019         a Roma   (Roma)
SECONDA EDIZIONE per "VACANZE ROMANE"!!! Terminati i posti per i giorni a cavallo ..[continua]
08 Settembre 2019         a VIETNAM   (Lecco)
Viaggio fotografico & workshop fotografia di reportage I partecipanti lavoreranno a ideazione, s..[continua]
16 Novembre 2019         a Trieste   (Trieste)
Per le iscrizioni al workshop della giornata di due giorni compresa sessione in studio compilare il..[continua]

  Popular Tags  
ritratto scuola di fotografia di fotografia contemporanea fine-art pittura Trieste incontro sogno bandi obiettivo reporter fotografia italiana B&W donna Photographers Days facebook
Vuoi relazionarti con altri utenti?
Vai nello spazio Community.
I numeri di Photographers.it
13813 Utenti Registrati + 13982 Iscritti alla Newsletter
6767 News Inserite - 1821 Articoli Inseriti
2808 Progetti fotografici e Mostre Virtuali pubblicate