Calendario Eventi    Calendario Ws/Corsi Shoot Food   ISP   www.esta-usa-visto.it/              

Iscriviti solo ai servizi news ed eventi per rimanere
aggiornato sulle varie iniziative del settore fotografia


Inserisci la tua mail  
Indica la provincia     
Apri il tuo spazio free
User   
Password 

Dimenticato la password?
           

Testi » Cultura Fotografica » Scheda Articolo

DOLCE, LA VITA? di Maddalena Fiocchi (Riassunto)
Autore: Azzurra Piccardi - Pubblicato il 07/08/10 - Categoria Cultura Fotografica
Questo articolo non ha ancora ricevuto feedback.
Questa pagina è stata visitata 3068 volte

Share |
Crudelia Demon. Più giovane e bella, però, di quella originale, la cattiva della Carica dei 101. Questa figura sottile, di profilo, al centro della composizione, mentre soffia una nuvola di fumo bianco e denso, reggendo tra le dita una sigaretta all’estremità di un lungo bocchino, tiene al guinzaglio, con l’altra mano, quattro giovanotti quasi nudi, ricoperti di macchie nere. Sono ai suoi piedi, a quattro zampe. Perché se lei è Crudelia, i quattro ragazzi sono i dalmata sui quali esercita il proprio potere di vita e morte. Lo ricorda la pelliccia candida, che le scende dalla spalla, macabro accessorio della cattivissima disneyana e simbolo del suo cinismo. La composizione è adeguatamente simmetrica, con i quattro “dalmata” a formare la base della piramide e sul fondo due soli artificiali, a dare risalto alla protagonista di questa rappresentazione, uno alla sua destra, l’altro alla sua sinistra. Come tutte le visioni che la fotografa toscana Azzurra Piccardi ha creato per la sua serie intitolata Ossimoro (realizzata con stilemi della fotografia di moda), anche questa presenta una scena onirica, che sembra emergere dall’oscurità, in una sorta di rivisitazione pop dell’estetica preromantica, con qualche richiamo ironicamente fetish. Appunto: la fotografia di moda del giorno d’oggi è anche questa, è proprio così. Un altro dei flagelli che Azzurra Piccardi affronta è la tossicodipendenza. Ancora una fotografia costruita secondo la classica composizione piramidale, al vertice della quale il pusher plana sui suoi clienti come un sinistro grifone. Gli artigli sono siringhe di un rosso brillante. Con la sua acconciatura da discoteca, si erge sul grappolo umano delle sue vittime, protese verso di lui un po’ come i naufraghi della Zattera della Medusa verso la speranza; anche la struttura di questa composizione è simmetrica e centrale, con i due soli artificiali, di nuovo, perfettamente allineati, uno a destra, l’altro a sinistra. Uno dei giovani che stanno aspettando il loro fornitore mostra la sua dipendenza e sottomissione leccando la punta della scarpa del suo “benefattore”: eccolo qui il consueto richiamo fetish. La scarpa è l’unico accento verde in un’immagine basata, come le altre, prevalentemente sui toni del nero e del grigio, del bianco e del rosso. La costruzione più teatrale e narrativa della serie ha per tema gli incontri clandestini, non quelli galanti, ma quelli resi celebri dal cinematografico Fight Club, di David Fincher. Lotta Questa raffigurazione suggerisce il contrasto contemporaneo tra opulenza e povertà, che, in barba agli ideali di uguaglianza e democrazia, consegna alla ricchezza il potere assoluto. Le dodici fotografie che compongono Ossimoro sono raccolte e presentate in forma di calendario (ormai, è quasi un obbligo) e ognuna è identificata da un “ossimoro” di tre parole [che oggi manteniamo nelle singole descrizioni]. Con ognuno di questi scatti, Azzurra Piccardi ha messo in scena uno dei temi che l’industria dell’informazione ha già eletto come simboli -legittimi o meno, è un’altra questione- del lato oscuro del vivere contemporaneo. Tutte le rappresentazioni sono state prodotte con la partecipazione di ben trenta giovanissimi interpreti, che hanno dato vita a vere e proprie messe in scena. Per visionare l'intero lavoro clicca: http://www.azzurrapiccardi.com/azzurrapiccardi/Bad_Modern_Lifestyles.html

PUBBLICATO su Photographia nr. 163 diretto da Maurizio Rebuzzini.


Share |
progetto scarfes
Aiutami con 15€ a finanziare la stampa di una fanzine con il mio reportage sull'autolesioni...
Trieste Photo Days anticipazioni
Si preannuncia ricca di contenuti l’edizione 2019 di Trieste Photo Days, festival internaziona...
Semplicemente Fotografare Live
Negli ultimi due weekend di settembre 2019 torna Semplicemente Fotografare Live: oltre sessanta most...
Va Tutto bene Mostra Fotografica di Andrea Simeone
A 20 mm da te, Rohingya, Not to be forgotten, This is my home, The Path, Sleeping After Ebola, sono ...
WS/Corsi in Evidenza Vedi tutti
08 Settembre 2019         a VIETNAM   (Lecco)
Viaggio fotografico & workshop fotografia di reportage I partecipanti lavoreranno a ideazione, s..[continua]
16 Novembre 2019         a Trieste   (Trieste)
Per le iscrizioni al workshop della giornata di due giorni compresa sessione in studio compilare il..[continua]

  Popular Tags  
fotogiornalismo viaggio fotografico photographer fotolia religione Photographers Days Giappone notte sport LEXAR Phase One Polaroid portfolio london confini Amsterdam
Vuoi relazionarti con altri utenti?
Vai nello spazio Community.
I numeri di Photographers.it
13818 Utenti Registrati + 14192 Iscritti alla Newsletter
6779 News Inserite - 1821 Articoli Inseriti
2807 Progetti fotografici e Mostre Virtuali pubblicate