Calendario Eventi    Calendario Ws/Corsi Shoot Food   www.esta-usa-visto.it/   ISP              

Iscriviti solo ai servizi news ed eventi per rimanere
aggiornato sulle varie iniziative del settore fotografia


Inserisci la tua mail  
Indica la provincia     
Apri il tuo spazio free
User   
Password 

Dimenticato la password?
           

Testi » Recensioni libri » Scheda Articolo

Scaffale Libri 20
Autore: HF Distribuzione - Pubblicato il 30/11/10 - Categoria Recensioni libri
Questo articolo non ha ancora ricevuto feedback.
Questa pagina è stata visitata 3512 volte

Share |


 La libreria - Lo scaffale di Dicembre 2010


I colori del bianco

La fotografia di natura e animali ha conquistato in anni recenti uno spazio sempre maggiore all'interno del panorama dei generi fotografici. L'interesse crescente del pubblico ha stimolato una crescita di consapevolezza fotografica in molti autori di questo genere di immagini. Se, qualche decina di anni fa, il fotografo naturalista era un semplice “documentarista di specie animali poco comuni”, oggi i migliori sono invece veri e propri autori che sanno inquadrare, raccontare, scegliere le prospettive, sorprendere ed emozionare, tanto quanto  i migliori fotografi creativi o di reportage. Ne è un esempio il libro che qui presentiamo, nel quale il fotografo Marcello Libra, specializzato in immagini di natura e animali, presenta una selezione di immagini realizzate all'estremo Nord e all'estremo Sud del mondo, in ambienti dove sullo sfondo bianco di neve e ghiaccio, apparentemente gelido e immobile, si cela un universo selvaggio e vivo. Le colonie di pinguini nell'Antartide, le gru della Manciuria e i cigni selvatici nell'isola giapponese di Hokkaido, le civette delle nevi e le aquile di mare delle regioni settentrionali del nord America, il solitario allocco di Lapponia o una colonia di uccelli marini in volo tra le pareti ghiacciate delle norvegesi isole Svalbard. Tutto questo è raccontato nelle immagini del libro, corredate da brevi e puntuali didascalie. Ogni immagine si fa guardare, non solo perché ci porta in ambienti naturali e faunistici particolari, ma perché è ben costruita dal punto di vista della composizione fotografica. E questo permette anche al libro di essere vario, proprio perché il punto di vista non è quello della semplice documentazione ma è piuttosto il tentativo di raccontare attraverso il linguaggio fotografico paesaggi e ambienti non comuni. “Mentre le immagini scorrono davanti agli occhi si riesce a intravedere la complessità di un mondo a tratti poetico e commovente, a tratti spietato e crudele, dalla bellezza sconvolgente che possiamo finalmente apprezzare in tutte le sue sfumature”, così scrive nel breve testo introduttivo la photo editor Giada Francia, mentre il fotografo naturalista finlandese Hannu Hautala scrive nella prefazione al volume: “Nelle migliori fotografie, lo spettatore riesce persino a immedesimarsi nel fotografo contemplando, allo stesso tempo, sia la situazione che il soggetto ai quali l'autore si è dedicato. Ovvero come il fotografo sia stato in grado di catturare il momento,i colori, l'intero insieme”.


Un viaggio nella storia della fotografia

Ogni capitolo del volume è preceduto da una doppia pagina in cui, sullo sfondo di una cartina del mondo, sono presentati ,con un'immagine e una breve didascalia, gli eventi che caratterizzzano, per ciò che riguarda la fotografia, il periodo e l'argomento preso in esame nel capitolo. La pubblicazione di un libro, una mostra, la stesura di un manifesto programmatico da parte di un gruppo di fotografi, la nascita di una nuova rivista o di una scuola o l'avvento di una nuova tecnica fotografica, sintetizzano i punti salienti di ciò che il capitolo tratterà con dovizia di particolari. Ci troviamo davanti a una interessante storia della fotografia scritta da Walter Guadagnini, docente all'Accademia di Belle Arti di Bologna, con l'intento di offrire al lettore un percorso per seguire gli sviluppi di quest'arte dagli inizi a oggi. Come è precisato anche dal titolo, si tratta di “una” storia della fotografia. Questo perché l'autore ha scelto di offrire al lettore una propria possibile prospettiva: “Il fine è quello di conferire un senso a una serie di vicende collegate tra loro sulla linea del tempo, di fornire chiavi interpretative fondate su documenti attendibili, di narrare con onestà intellettuale sapendo della soggettività di ogni narrazione”. Le premesse sono dunque chiare, la struttura del libro altrettanto. Già solo una scorsa all'indice permette di cogliere l'interesse del libro: “Nuovo secolo, nuova fotografia?”; “Nelle strade”; “L'avanguardia applicata”, “Un'arte senza storia?”: “Here is the Family of Man!”; “Il grande magazzino delle immagini”; “Ritratti, ballate e messe in scena”. Non resta dunque che affrontare il viaggio, confrontandosi con le proprie conoscenze, arricchendosi di nuove. Un viaggio ricco di interesse per ogni appassionato di fotografia.

Share |
FAUTOGRAPHIE
"FAUTOGRAPHIE", il primo libro di Michele Di Donato (www.micheledidonato.net) L’i...
WS/Corsi in Evidenza Vedi tutti
15 Febbraio 2019         a venezia   (Venezia)
Carnival con Salvatore Matarazzo ..[continua]
09 Marzo 2019         a Sesto Fiorentino   (Firenze)
Workshop di Wedding Photography con Roberto Panciatici...[continua]
23 Marzo 2019         a Milano   (Milano)
Con Enzo Dal Verme e Tommaso Basilio. Due giorni concentrati su come gestire rapidamente ed efficace..[continua]
18 Aprile 2019         a ERITREA   (Lecco)
workshop fotografico dedicato alla fotografia di reportage I partecipanti lavoreranno a ideazione, s..[continua]

  Popular Tags  
Laboratorio micamera onnik.it editoria Spazio wi-fi guerra fotografia naturalistica street photography rivista 2011 installazione fabbrica del vapore iPhone fine art B&W
Vuoi relazionarti con altri utenti?
Vai nello spazio Community.
I numeri di Photographers.it
13755 Utenti Registrati + 12552 Iscritti alla Newsletter
6719 News Inserite - 1801 Articoli Inseriti
2800 Progetti fotografici e Mostre Virtuali pubblicate