Calendario Eventi    Calendario Ws/Corsi Shoot Food   www.esta-usa-visto.it/   ISP              

Iscriviti solo ai servizi news ed eventi per rimanere
aggiornato sulle varie iniziative del settore fotografia


Inserisci la tua mail  
Indica la provincia     
Apri il tuo spazio free
User   
Password 

Dimenticato la password?
           

Fotografi » Centro » Scheda personale di: luca baldassari

luca baldassari
roma - Roma - Lazio
Classe utente: Fotografo
Non so dire molto sulla mia filosofia diciamo che è ancora in via di definizione, ma a dir la verità credo che non riuscirò mai bene a definirla. Per le mie foto uso prevalentemente la tecnica del foro stenopeico. Tecnica che utilizzo ormai da oltre 20 anni. Il tema comune delle mie foto è spesso il viaggio, le fotografie le utilizzo come appunti per la memoria. Con le parole non riesco ad esprimere bene il mio pensiero, spesso sono le persone che mi conoscono o che vedono le mie foto che mettono a fuoco meglio di me parti del mio modo di rapportarmi alla fotografia e in particolare al foro stenopeico. Come Riccardo Pieroni mio ex professore al cine e tv che per certi versi anzi per tutti i versi è il mio mentore che per la mostra "amo - eh! - a che pensi? - a Niente!" presso la libreria Bibli ha scritto queste parole molto belle e rivelatrici.

"Luca è una persona di poche parole… cioè pensa molto!
Ha scelto di fotografare con il foro stenopeico, su apparecchi autocostruiti: una fotografia da meditazione. Tempi lunghi. La luce (la radiazione, l’energia) si posa lentamente sul materiale sensibile e, contemporaneamente, si stratifica nella coscienza del fotografo: si tratta di una particolare forma di conoscenza che mira alla profondità delle cose, all’essenza.
Non è facile descrivere le sensazioni che si provano operando con il foro stenopeico. Si tratta di una fotografia “naturale” e, insieme, molto “tecnica”. Luca è un costruttore: le macchine fotografiche escono dalle sue mani. E’ uno sperimentatore: ogni condizione di illuminazione, di colore, di forma richiede una modifica del processo. E’ un viaggiatore: si porta dietro la sua strana attrezzatura e vede quello che gli altri non possono vedere. E’ un artista: la tecnica costruttiva più elementare e “leggera” si associa alla magia tecnologica della fotografia ”immediata” (polaroid, fuji) e stabilisce un metodo di lavoro che accetta l’imprevisto come parte della ricerca. Il computer interviene alla fine, paradossalmente, per dare “materialità” ad un processo per gran parte etereo, evanescente.

Per questa mostra Luca ha deciso di associare le immagini dei suoi viaggi a delle parole: citazioni. Sono i pensieri che nei lunghi periodi di attesa che la foto “si faccia”, durante gli spostamenti, durante il realizzarsi del processo fotografico, affiorano alla mente e che miracolosamente troviamo cristallizzati in pensieri di altri, in parole volanti (dai libri, dai film…) che incontrano le nostre riflessioni non dette e precipitano su un foglio in forma definitiva e perfetta.
Diciamo la verità: noi fotografi non accettiamo di buon grado l’indeterminatezza dei significati delle nostre fotografie. Ci piacerebbe tanto che l’osservatore pensasse e vedesse come noi, che ri-conoscesse ciò che noi abbiamo conosciuto. Ma non è a questo che servono le fotografie. Da ogni immagine inizia un percorso creativo nuovo, tutto dell’osservatore, che noi non possiamo controllare o arginare. Possiamo solo indirizzare, circoscrivere, suggerire sperando in un possibile incontro… tra pensieri volanti.

Riccardo Pieroni, gennaio 2009.

O come Pamela Cento che ha curato la collettiva di fotografia e video “One Image Day - Un giorno di Immagini” presso Bloomsbury evento in cui erano presenti anche le mie foto.

"Luca Baldassari usa la tecnica del foro stenopeico, archetipo della macchina fotografica dove invece delle lenti c'e' un foro costruito artigianalmente, che consente ampia libertà di sperimentare non essendoci vincoli predefiniti. Baldassari crea delle fotografie che in esse inglobano la filosofia e la poetica del tempo -lungo-, il tempo per osservare davvero ciò che si sta fotografando, per emozionarsi e per impressionare la pellicola".


O come Romano Sansone che su nadir.it nella sezione IL ROSSO E IL NERO a recensito cosi la mia galleria fotografica, e in particolare la foto sulle cascate del niagara.


"Quando presentiamo un'opinione ben fondata diamo per scontato che possa non essere condivisa, ma possiamo aspettarci che eventuali differenze di vedute rimangano sul piano oggettivo dell'argomento trattato. Le cose si mettono male quando, contrariamente a quanto suggerirebbe il buon senso, siamo costretti ad esprimerci dall'alto della nostra incompetenza, come nel caso del portfolio di Luca Baldassari, realizzato mediante il foro stenopeico e che non possiamo assolutamente passare sotto silenzio; perché la comunità dei cultori di questa tecnica praticherà anche una sorta di ascesi, rinunciando ai lussi e alle comodità dei megapixel, delle ottiche prestigiose e degli automatismi, ma occupa a pieno diritto un suo posto nel mondo della fotografia. Il problema è capirsi. Perché, condizionati da anni di ricerca della qualità visiva dell'immagine, cerchiamo di sfrondare le foto da quelli che per noi sarebbero dei difetti e di vedere con gli occhi della mente il contenuto come sarebbe se quella foto l'avessimo fatta noi. Lo si vede nella foto che, tra le dieci inviate, ho scelto di commentare e che finirò per non commentare affatto: si avvicina più di tutte le altre a quello che avrei fatto io con i miei mezzi, ed è un errore fondamentale, perché il contenuto e l'aspetto non possono essere separati, una foto stenopeica va vista con gli occhi di chi ha vissuto il processo della sua nascita, così come noi valutiamo più o meno consciamente le nostre foto in funzione dei mezzi e del processo che le ha generate. Guardiamo l'intero portfolio sotto la rubrica Gallerie Personali e lasciamoci guidare dalle indicazioni che ci dà l'autore. C'è il caso che impariamo anche noi a vedere il mondo come "lo vedono loro".

Romano Sansone 2009 - 04

Come Denis Curti Direttore dell'Agenzia Contrasto che sul sito you.fotoup.net dove ho mandato le mie foto per la lettura del portfolio commenta cosi il mio lavoro

"Luca Baldassari
ho osservato con cura tutte le sue fotografie ed ho ritrovato in ognuna di esse la costante
tendenza del suo sguardo a dirigersi verso spazi ampi, orizzonti marini e cieli limpidi.
Anche quando i suoi scatti sono realizzati a bordo di una nave, quello che cattura
l’attenzione è la capacità di cogliere il paesaggio in atmosfere sognanti e soffuse, di forte
intensità comunicativa. Il linguaggio fotografico che adotta risulta inoltre funzionale a tale
resa “poetica”: l’effetto flou, l’uso del bianco e nero e i movimenti interni delle sue immagini
inducono a perdersi in paesaggi onirici e irreali. Mi piacerebbe che lei potesse
approfondire il tema del paesaggio, concentrandosi sulla lettura di artisti che, come Franco
Fontana, hanno prediletto questo genere fotografico cogliendone gli elementi astratti in
virtù di una visione selettiva della realtà."
Denis Curti febbraio 2010
Ultime referenze ricevute:
Luca B Pagni (Professionale)
Questa pagina è stata visitata 8736 volte
Galleria personale:
nagasaki - ponte meganebashi messico - lago arareko londra - tower bridge niagara falls mare grand canyon
canada manitoba ischia spiaggia maronti parigi forum des halles parigi beaubourg parigi universitaire de jussieu campus parigi beaubourg
Commenti:
20/07/14 16:37
Image Studio scrive:
Bellissima storia, bellissime foto. Non bisogna aggiungere altro.
16/06/11 16:22
pazzopoeta scrive:
Figurati, è sempre un piacere osservare e commentare il lavoro degli altri, soprattutto se suscita emozione. Mi chiamo Cinzia e vivo a Torino, città che amo fotografare nei suoi aspetti più inusuali.
14/06/11 21:42
ciao pazzopoeta, grazie per i complimenti!
2 pagine: 1 2 > fine
Premio Marco Pesaresi per la fotografia contemporanea
Il Premio Marco Pesaresi per la fotografia contemporanea è promosso dal Comune di S...
Corigliano Calabro Fotografia
CORIGLIANO CALABRO FOTOGRAFIA 2018 - www.coriglianocalabrofotografia.it  programma della manife...
in stampa il magazine Cities n. 3
Cities 3 è pronto! il terzo numero 3 di Cities, un Magazine A4 di  180 pagine ,brossu...
Open call TPD2018: presentazione di progetti espositivi, editoriali, libri e magazine
Ti occupi di fotografia urbana? Hai prodotto un libro o una zine fotografica sull’argomento? ...
Open Call: TPD Book Award 2018
Nell’ambito di Trieste Photo Days 2018, festival internazionale della fotografia, l’asso...
WS/Corsi in Evidenza Vedi tutti
20 Agosto 2018         a Perù   (Roma)
Il Perù: un Paese straordinario da scoprire con la tua fotocamera, insieme al Fotografo Rober..[continua]
08 Settembre 2018         a Grado   (Gorizia)

  Popular Tags  
leonardo Trieste ricerca maggio image consult ten collection autunno immagine cinema Corpo seminario Cuba calendario macro brescia postproduzione
Vuoi relazionarti con altri utenti?
Vai nello spazio Community.
I numeri di Photographers.it
13709 Utenti Registrati + 11612 Iscritti alla Newsletter
6630 News Inserite - 1790 Articoli Inseriti
2797 Progetti fotografici e Mostre Virtuali pubblicate