Calendario Eventi    Calendario Ws/Corsi Shoot Food   ISP              

Iscriviti solo ai servizi news ed eventi per rimanere
aggiornato sulle varie iniziative del settore fotografia


Inserisci la tua mail  
Indica la provincia     
Apri il tuo spazio free
User   
Password 

Dimenticato la password?
           

Immagini » Natura » Scheda Progetto

Acqua Viva
Autore: Dulce Sangalli - Pubblicato il 05/02/10 - Categoria Natura
Acqua Viva

Per uno specchio in divenire

di Tatiana Dulce Sangalli


“L'istante dopo, Alice passava attraverso lo specchio e vi saltava agilmente dentro. [..]
…’Che divertimento sarà, quando mi vedranno attraverso lo specchio e non potranno toccarmi!” (Lewis Carroll, Attraverso lo specchio)
L’acqua è la molecola piu’ comune sia negli organismi viventi che nell’ambiente, è all’origine della vita sul pianeta e la base di ogni forma vita, il 99% delle molecole umane sono composte d’acqua ed essa costituisce il 60% della nostra massa cellulare.

L’acqua è il primo specchio in cui l’essere umano si è riflesso, in qualche modo è lo specchio primitivo della realtà; riceve un’ immagine e la restituisce trasformata rimandando l’oggetto riflesso ad altro da ciò che è. Si può affermare che l’acqua trasforma la realtà attraverso la sua superficie.

Lo scienziato giapponese Emoto Masaru ha messo a punto una tecnica che ha consentito di scoprire i molteplici segni del linguaggio figurativo con cui l'acqua risponde agli stimoli esterni. Attraverso questa tecnica è possibile fotografare i cristalli ottenuti dal congelamento di acqua sottoposta alle vibrazioni non solo di parole o brani musicali, ma anche di pensieri e stati d'animo. L'acqua è infatti in grado di registrare la vibrazione di una energia estremamente sottile, definita nella cultura giapponese Hado. I risultati di questi esperimenti dimostrano che i cristalli dell'acqua modificano la propria struttura in relazione dei messaggi che ricevono.

La composizione molecolare dell’acqua non solo varia a seconda dell’ambiente in cui si trova, ma anche a seconda di chi la osserva.

L’essere umano, come l’acqua, ha la capacità d’esser “proiettivo”, ognuno ha una propria “visione del mondo” sia in senso organico che in senso metaforico.

Questo studio in immagini vuole essere una riflessione sulla funzione comunicativa e proiettiva dell’acqua e dell’essere umano.

Ho osservato a lungo l’acqua nella natura, ho scoperto che l’immagine che la fotocamera puo’ registrare non solo è il risultato di una particolare composizione dell’acqua, ma può restituir attraverso lo sguardo di molteplici osservatori un riflesso che evoca differenti suggestioni: ognuno vede qualcosa di unico e individuale, come se l’immagine formata e riflessa nell’acqua rimandasse a una speciale relazione tra l’organismo liquido e l’essere umano che la osserva.










Questo progetto non ha ancora ricevuto feedback.
Questa pagina è stata visitata 12585 volte

Share |

Share |
Journey to the Lowlands vince l’URBAN Book Award 2020
La fotografa modenese Valeria Sacchetti con il progetto Journey to the Lowlands è la vincitri...
TRAVEL TALES AWARD
In un momento storico in cui  i Fotografi hanno dovuto forzatamente chiudere le valigie in cant...
vincitore CCF book award
Nell’ambito del Festival Corigliano Calabro Fotografia 2020 18a edizione   previsto ...
DREAMLANDS
In partenza la nuova iniziativa di  Isp, che in collaborazione con Photographers.it  propo...
WS/Corsi in Evidenza Vedi tutti
Non ci sono Eventi per questa categoria.

  Popular Tags  
silenzio multiblitz manfrotto solidarietà fashion fotolibro corsi fotografia Polaroid Lightroom biennale studenti persone anima canson GRIN camera oscura
Vuoi relazionarti con altri utenti?
Vai nello spazio Community.
I numeri di Photographers.it
13904 Utenti Registrati + 29192 Iscritti alla Newsletter
6890 News Inserite - 1847 Articoli Inseriti
2814 Progetti fotografici e Mostre Virtuali pubblicate