Calendario Eventi    Calendario Ws/Corsi Shoot Food   ISP              

Iscriviti solo ai servizi news ed eventi per rimanere
aggiornato sulle varie iniziative del settore fotografia


Inserisci la tua mail  
Indica la provincia     
Apri il tuo spazio free
User   
Password 

Dimenticato la password?
           

Immagini » Reportage » Scheda Progetto

Semina del riso in Italia
Autore: Corinne von Reding - Pubblicato il 15/01/11 - Categoria Reportage
Tempo di semina: la primavera quest’anno è particolarmente piovosa, il vento insistente, Franco guarda il cielo preoccupato, cerca di capire se deve arrischiarsi a mettere le sementi a macerare. Il cielo plumbeo minaccia ancora pioggia, ma è il vento a preoccupare il risicoltore. Con la pioggia la semina è solo un po’ più fastidiosa, ma il vento può impedire una regolare distribuzione delle sementi. Del resto le prime tre settimane del periodo di semina sono già trascorse e la continua pioggia non ha permesso di dare inizio ai lavori. Ne rimane una, siamo già a metà maggio e non si può aspettare oltre per non trovarsi poi in ritardo con le successive fasi di diserbo e concimazione. Si decide di mettere le sementi a bagno, nella roggia che costeggia la cascina. I campi sono già pronti, nell’inverno sono stati arati e da ultimo irrigati. L’andamento lievemente degradante delle camere, come si chiamano i riquadri geometrici in cui sono preparati i terreni, fa sì che l’acqua possa defluire in modo del tutto naturale da una camera all’altra attraverso apposite fenditure. Una coltre d’acqua di una decina di centimetri attende di accogliere le sementi che, messe a macerare la sera prima, si sono liberate delle inclusioni d’aria e sono diventate più pesanti per essere trascinate sul fondo dove germineranno. Le camere allagate danno vita a suggestivi specchi lacustri lungo i quali crescono fiori delicati e al crepuscolo si rivela la fauna tipica delle zone umide: gallinelle d’acqua, aironi, cavalieri, rane.
L’operazione di recupero dei sacchi non è laboriosa, richiede solo l’impiego di due trattori, uno con una gru per estrarre i sacchi dall’acqua e l’altro per trainare il carro che li trasporterà nel punto in cui verranno svuotati in uno spandiconcime. Con questo attrezzo un solo uomo potrà procedere, l’indomani, allo spaglio...
Estratto del testo di Lilia Mattea
Gradimento: Fantastico
Questa pagina è stata visitata 18116 volte

Share |

Share |
Iscrizioni aperte a URBAN Photo Awards 2021!
Bruce Gilden presidente della giuria In palio un montepremi del valore di 23.000 € e mostre al Trie...
DREAMLANDS
In partenza la nuova iniziativa di  Isp, che in collaborazione con Photographers.it  propo...
vincitore CCF book award
Nell’ambito del Festival Corigliano Calabro Fotografia 2020 18a edizione   previsto ...
Journey to the Lowlands vince l’URBAN Book Award 2020
La fotografa modenese Valeria Sacchetti con il progetto Journey to the Lowlands è la vincitri...
TRAVEL TALES AWARD
In un momento storico in cui  i Fotografi hanno dovuto forzatamente chiudere le valigie in cant...
WS/Corsi in Evidenza Vedi tutti
Non ci sono Eventi per questa categoria.

  Popular Tags  
pittura video presentazione Modelle vintage rassegna montagna film raffaella milandri NAPOLI BW Inverno Giappone lavoro sociale corso di fotografia
Vuoi relazionarti con altri utenti?
Vai nello spazio Community.
I numeri di Photographers.it
13904 Utenti Registrati + 29269 Iscritti alla Newsletter
6884 News Inserite - 1847 Articoli Inseriti
2814 Progetti fotografici e Mostre Virtuali pubblicate