Calendario Eventi    Calendario Ws/Corsi Shoot Food   ISP              

Iscriviti solo ai servizi news ed eventi per rimanere
aggiornato sulle varie iniziative del settore fotografia


Inserisci la tua mail  
Indica la provincia     
Apri il tuo spazio free
User   
Password 

Dimenticato la password?
           

Bandi » Progetti iscritti » Scheda Progetto

I dodici oggetti quotidiani di Rosaria e Giacomo
Autore: Luca Napoli - Pubblicato il 12/11/11
Rosaria, 58 anni. Originaria di Napoli, una vita trascorsa a Milano. 3 figli ed un matrimonio finito.
Giacomo, nato a Milano nel dicembre del 1940. Un passato da musicista, da assessore comunale a Baggio, quartiere di origine. 5 figli.
Insieme da 16 anni, per strada, a Milano.
Un legame, il loro, cementificato dalle mille difficoltà che ogni giorno affrontano insieme per sopravvivere.

La loro quotidianità aggrappata a pochi preziosi oggetti (futili e indispensabili):

1. La tessera di riconoscimento. L'unico documento da custodire con cura per accedere alla mensa dei poveri.
2. MS morbide. Le immancabili economiche compagne delle sue giornate. Rosaria ne ha bisogno soprattutto di notte: la tengono sveglia e le consentono di vegliare su Giacomo.
3. Il caffè in un bicchiere di carta. Concede un po’ di tepore nelle fredde mattine invernali.
4. METRO. Utile gratuita sentinella delle notizie quotidiane, distribuito alla stazione di Milano porta Garibaldi.
5. Il vino in cartone. Elargisce sereno stordimento con pochi centesimi di euro.
Immancabile la sera: "passi il cibo, ma il vino ci deve essere!" dice Rosaria visibilmente brilla.
6. Il vecchio orologio fermo. Giacomo sostiene sia preciso come un orologio svizzero.
7. Il berretto in pile con sciarpa abbinata. Giacomo li indossa per scaldarsi. Rosaria non soffre il freddo invernale.
8. La coperta grande marrone. Sporca ma preziosa, separa le loro membra dal pavimento freddo. Rosaria la sistema con cura prima di adagiarsi. Un rito quotidiano.
9. Il cibo freddo. Raccolto in contenitori di plastica o cartone. Comperato al supermercato della stazione o regalato da qualche locale in corso Como.
10. Un bel paio di scarpe nuove. Un pò strette ma davvero chic. Rosaria le indossa anche quando dorme. Forse per paura che gliele portino via.
11. Gli anelli di plastica. Ultimi residui della vanità giovanile che Giacomo esibisce con orgoglio.
12. Il cellulare. Contiene una SIM trovata per strada e disattiva, l'unico gadget moderno a cui Rosaria tiene particolarmente.

Stampa fine art 30X40 con passpartout bianco 40X50.
Oggetto 1: la tessera oggetto_2, le sigarette Oggetto 3, il caffè. Oggetto 4, il giornale. Oggetto 5, il vino in cartone
Oggetto 6, un orologio Oggetto 7, sciarpa e cappello Oggetto 8, le coperte Oggetto 9, contenitore del cibo Oggetto 10, un paio di scarpe
Oggetto 11, anelli di plastica Oggetto 12, un cellulare inutilizzabile     
News dai Festival
riteniamo utile per chi si interessa di Fotografia un memo sui riposizionamenti in corso dei princip...
Corigliano Calabro Fotografia Book Award
Nell’ambito del Festival Corigliano Calabro Fotografia 2020, fissato in via definitiva da...
Finalisti Corigliano Calabro Fotografia Book Award
Nell’ambito del Festival Corigliano Calabro Fotografia 2020 18a edizione  tuttora in prog...
Journey to the Lowlands vince l’URBAN Book Award 2020
La fotografa modenese Valeria Sacchetti con il progetto Journey to the Lowlands è la vincitri...
Cities 6
Cities 6 è in uscita a fine marzo 2020! oltre a poter ordinare copie del magazine sono dis...
WS/Corsi in Evidenza Vedi tutti
Non ci sono Eventi per questa categoria.

  Popular Tags  
modella performance piemonte urban fotografica presentazione Inverno Still Life memoria campagna toscana pubblicità postproduzione cusano genova photography
Vuoi relazionarti con altri utenti?
Vai nello spazio Community.
I numeri di Photographers.it
13894 Utenti Registrati + 24904 Iscritti alla Newsletter
6887 News Inserite - 1841 Articoli Inseriti
2810 Progetti fotografici e Mostre Virtuali pubblicate