Calendario Eventi    Calendario Ws/Corsi Shoot Food   www.esta-usa-visto.it/   ISP              

Iscriviti solo ai servizi news ed eventi per rimanere
aggiornato sulle varie iniziative del settore fotografia


Inserisci la tua mail  
Indica la provincia     
Apri il tuo spazio free
User   
Password 

Dimenticato la password?
           

News » Mostre » Scheda News

Simone Bergantini - BLACK EYES EXPLOSION
Autore: Jarach Gallery - Pubblicato il 04/02/10 - Categoria Mostre
Questa news non ha ancora ricevuto feedback.
Questa pagina è stata visitata 3613 volte

Share |

Mostra a cura di Gianluca Marziani.


Opening: sabato 13 febbraio 2010 dalle ore 18.00


La mostra prosegue fino a sabato 01 maggio 2010


La prima personale di Simone Bergantini, vincitore del Premio Terna 02, considerato da molti una delle migliori realtà del recente panorama italiano. Immagini in bianconero di alto impatto linguistico e visivo; un viaggio dentro la natura invisibile del visibile, nel cuore universale del linguaggio fotografico.

BLACK EYES EXPLOSION dice molto fin dal ritmo del titolo, dal moto esplosivo di una frase dinamica e impattante. Simone Bergantini, fresco vincitore del Premio Terna 02, lavora dentro le luci alchemiche dell’oscurità, entra nella geografia psicoemotiva del nero, agisce sul crinale astronomico del buio che divora per rigenerare. Il nero come esplosione centripeta dello sguardo, geografia ultima che è nella memoria (il prima) e nel destino (il dopo) di ogni immagine esistente.

BLACK…
Uno ed esclusivo il linguaggio prescelto: la fotografia. Altrettanto esclusivo l’utilizzo di stampe ai pigmenti di carbone su carta cotone e altre tecniche di antica ascendenza e fortissima memoria linguistica. Bergantini, a dispetto di un’anagrafe “tecnologica”, capisce la compresenza tra valori meccanici e digitali, facendo dialogare quelle matrici che rappresentano la diversità necessaria. Il processo analogico è tradizionale, dalla pellicola però scatta la scansione e la gestione elettronica dei toni e della scala dei grigi, quindi si arriva alla fatidica stampa finale. Di fatto l’artista indaga la fotografia con vigile artigianato metodico, al punto da elaborare una calibrata ricerca dell’errore, del margine imperfetto, della consunzione gestita. Un atteggiamento eticamente ineccepibile davanti ad un mezzo (la fotografia) così esteso e “popolare”: per questo l’attitudine dell’artista calibra il potenziale abbassando il livello tecnologico, levando dove necessario ma senza alcun dogmatismo, con la coscienza generazionale che elementi meccanici ed elettronici siano parti della medesima natura iconografica.
EYES…
I soggetti di Bergantini sono assolutamente normali nella loro evidenza. Vogliono appartenere al flusso del quotidiano, privi di trucchi che ne alterino lo status di ovvietà estetica. All’artista interessa la persistenza degli archetipi, la materia come memoria riabilitata, la forma viva che si trasforma in estetica interiore.
Animali, boschi, oggetti, sculture, persone: la mostra da Jarach Gallery gira attorno ad alcuni momenti che sono capitoli platonici di un attraversamento costante del reale. Le nature morte di Bergantini si raffigurano in una vecchia sedia da esterni e in un sacchetto d’immondizia. Le persone in un corpo giovane, controcampo tragico di un altro soggetto (non presente in mostra) dal fisico decadente, ben lontano dai canoni estetici del nostro tempo. Il paesaggio in alcuni boschi fitti e inquietanti. Gli animali in una volpe, un pavone e una scimmia. Tutti frammenti di una normalità che si carica di pathos ed energia drammaturgica. Il volume energetico cresce dentro l’esplosione del nero, nei graffi e nei rivoli di luce, nel pulviscolo del tempo bloccato, nelle sfasature che ringhiano come lacrime acide.
EXPLOSION…
Vediamo l’invisibile in una forma percepibile. Entriamo nel margine segreto dell’immagine, su quel punto limite tra scomparsa e durata assoluta. L’occhio fotografico fissa così la normalità per ritrovarne l’archetipo innato, eternamente pulsante ma spesso sommerso dal “peccato mediatico” dell’evo tecnologico.
Share |
Trieste photo Days 2019
Trieste Photo Days 2019: avanti tutta con Martin Parr, Nick Turpin e decine di ospiti Conto alla ...
Festival Fotografia Etica 2019
E' online il PROGRAMMA delle prime due settimane della X edizione del Festival della Fotografia ...
Wildlife Photographer of the Year 54
In scena a Milano il Wildlife Photographer of the Year, la mostra di fotografie naturalistiche pi&ug...
Nell interno - Pio Tarantini
Red Lab Gallery/Miele di via Solari 46 a Milano inaugura la nuova stagione espositiva in uno spazio ...
La Fotografia Analogica – Back to the Past
La Fotografia Analogica – Back to the Past Si parla di fotografia ogni mercoledì con...
WS/Corsi in Evidenza Vedi tutti
25 Ottobre 2019         a Milano   (Milano)
workshop di Street Photography con Jeff Mermelstein   ..[continua]
08 Novembre 2019         a Roma   (Roma)
Master - Firma Visiva..[continua]
08 Novembre 2019         a Roma   (Roma)
Master in Photo Editing..[continua]
16 Novembre 2019         a Trieste   (Trieste)
Per le iscrizioni al workshop della giornata di due giorni compresa sessione in studio compilare il..[continua]
27 Dicembre 2019         a CAMBOGIA   (Lecco)
workshop fotografico dedicato alla fotografia di reportage I partecipanti lavoreranno a ideazione, s..[continua]

  Popular Tags  
religione luoghi csfadams erminio annunzi fotografo del mese Canon firenze nudo persone jazz Polaroid sud guerra photographer cavalli camera oscura
Vuoi relazionarti con altri utenti?
Vai nello spazio Community.
I numeri di Photographers.it
13833 Utenti Registrati + 15276 Iscritti alla Newsletter
6831 News Inserite - 1826 Articoli Inseriti
2813 Progetti fotografici e Mostre Virtuali pubblicate